Docente: Sandro Vitali
Periodo: Primo anno, primo semestre

Il cinema ha compiuto 115 anni. Ripercorrerne la storia in poche lezioni significa operare delle scelte mirate a cogliere i momenti salienti nell’evoluzione del suo linguaggio e della sua estetica. A questo scopo è importante partire dalle grandi innovazioni in campo scientifico che hanno preceduto l’invenzione del cinema, in particolare con la fotografia e le sperimentazioni sul movimento delle immagini, per comprendere come il cinema sia frutto di un percorso di ricerca lungo ed elaborato. Inventato il cinema bisogna inventarne il suo linguaggio e la sua grammatica. Anche in questo caso il percorso è molto laborioso: Noel Burch stima in ca.20 anni (dal 1895 al 1915) il passaggio dal MRP (Modo di Rappresentazione Primitivo) al MRI (Modo di Rappresentazione Istituzionale) e l’analisi dei film di questo periodo ci proietta direttamente nell’invenzione delle regole grammaticali e sintattiche del cinema. L’istituzionalizzazione del linguaggio cinematografico non sembra tuttavia ottenere i favori degli autori delle Avanguardie: dadaisti, surrealisti e autori sovietici tentano, a partire dagli anni Venti del Novecento, di proporre un linguaggio alternativo, meno narrativo più simbolico. Ma la macchina produttiva hollywoodiana si sta affermando in tutto il mondo: grandi majors e studio system imporranno ovunque il proprio stile e il proprio linguaggio almeno fino agli anni Cinquanta. La crisi del sistema hollywoodiano corrisponde alla nascita di nuove sensibilità produttive ed estetiche, soprattutto in Europa. Con il Neorealismo italiano e successivamente con la Nouvelle Vague francese il cinema si affranca dal modello statunitense ed è in grado di proporre nuovi stili e nuovi linguaggi: si afferma il cinema “autoriale” che influenzerà tutte le cinematografie dagli anni Sessanta all’inizio degli anni Ottanta.

La storia del cinema “live action” sarà man mano integrata dalla storia del cinema d’animazione dalle origini all’affermazione di Walt Disney e del suo stile.

Posted in: Computer animation