Docente: Giorgio Ghisolfi
Periodo: Secondo anno, primo semestre

Lo storyboard è lo strumento col quale nascono sia la regia di un film che la sua atmosfera in termini artistici. Il suo utilizzo, praticato sia nel cinema dal vero che in quello d’animazione, risale agli anni ’30 (lo stesso Hitchcock era solito disegnare i suoi film prima di girarli), e venne codificato nella sua forma attuale dalla Disney. In parole semplici, lo storyboard è il fumetto della sceneggiatura, uno strumento che fa da tramite tra la parola scritta e il film proiettato sullo schermo, e viene realizzato nella fase di pre-produzione. E’ un vero e proprio strumento di produzione, perché contiene, oltre al disegno delle singole inquadrature scena per scena, anche l’indicazione dei movimenti di macchina, degli effetti speciali ove previsti, la durata delle singole inquadrature, i dialoghi, la descrizione delle azioni. Copie dello storyboard circolano presso tutti i reparti di una produzione audiovisiva: dal regista all’art director, agli animatori come agli attori, al direttore della fotografia al montatore oltreché, naturalmente, al produttore. E’ dunque chiaro come lo storyboard, ed ancor più la sua versione filmata, il videoboard o movieboard, permetta un ampio controllo sull’opera che si sta creando, sia a livello creativo, per quanto riguarda la struttura narrativa, sia a livello tecnico, come “luogo di discussione” delle tecniche da utilizzare per specifiche scene, che a livello economico, consentendo di ottimizzare le risorse e i tempi di produzione. E’ dunque un solido canovaccio col quale accingersi con sicurezza alla produzione vera e propria del film.

Il corso di Storyboarding è orientato specificatamente alla realizzazione del progetto filmico per l’esame finale del corso di studi di Computer animation. Pertanto vuole sviluppare negli studenti la capacità di previsualizzare efficacemente in termini visivi la struttura di un film a partire da un soggetto o da una sceneggiatura. Le competenze richieste sono molteplici: da un lato occorre familiarità con il disegno di figure (umane e non) e con il disegno di ambienti prospettici; dall’altro è necessaria la conoscenza del linguaggio cinematografico, per operare le scelte di inquadratura; da ultimo è richiesta una capacità narrativa ed una familiarità con l’arte della scrittura cinematografica che consenta di interpretare la sceneggiatura secondo le intenzioni del regista, con il quale -in ambito industriale- spesso, ma non sempre, è possibile confrontarsi anticipatamente. Saper realizzare uno storyboard permette un inserimento professionale a livello internazionale in qualunque ambito del settore cinematografico, televisivo, audiovisivo, pubblicitario, dell’intrattenimento, della comunicazione culturale o istituzionale. Strumento utile per illustratori, web designers e art directors, diviene fondamentale per animatori e registi.

Il corso viene introdotto da lezioni propedeutiche che, oltre ad alcuni cenni storici, servono ad inquadrare l’utilizzo dello storyboard nei diversi ambiti. Una serie di proiezioni correda la didattica a titolo di esemplificazione delle varie tecniche e tecnologie impiegabili. Il corso può anche contare su un parallelo insegnamento di Sketching, in grado di sviluppare la manualità degli studenti e le abilità creative di base. Le lezioni intendono inoltre sviluppare l’attitudine al lavoro di gruppo, come effettivamente avviene nell’industria. A tal fine vengono sinteticamente esposte le modalità di pre-produzione, produzione e post-produzione di vari prodotti in animazione, dagli spot al lungometraggio.

Compatibilmente con le esigenze del progetto d’esame lo storyboard ultimato potrà essere fotografato e convertito in una versione audiovisiva -il videoboard o movieboard o animatic-, che contiene anche i dialoghi registrati in forma provvisoria (colonna guida), e montato già nella durata del film definitivo. Il corso di Storyboarding riceve utile integrazione oltre che da quello di Sketching anche da Animazione Classica, che apporta fondamentali capacità artistiche, e da quello di Scrittura Filmica, che fornisce le basi teoriche per la comprensione di uno script.

Posted in: Computer animation